← 060 La non universalità dell’universoIndice062 Spiritualità della parola →
Non è possibile vivere in prima persona la spiritualità senza compiere una scelta di parte e praticare qualche spiritualità particolare, per esempio una religione, una filosofia, un'arte, o perfino, ad esempio, uno sport. Nonostante ciò, è possibile individuare certe attività fondamentali che sono abbastanza comuni a tutti i tipi di esperienza spirituale e possono essere vissute come esperienza essenziale di spiritualità, anche senza aderire ad alcuna spiritualità particolare. Una di queste attività pratiche fondamentali è il trovarsi in presenza di una persona, seguito da un momento opposto, cioè porsi in una situazione di solitudine e silenzio, meglio se in un paesaggio naturalistico bello e sereno, in cui meditare su ciò che l'esperienza precedente ha prodotto in noi.

Per esprimere questo in termini ancora più facili e concreti possiamo dire così: vuoi capire cos'è la spiritualità? Allora stai vicino a qualcuno, poi separati in solitudine e fai silenzio. Nel silenzio potrai ripensare a ciò che hai provato mentre stavi accanto a quella o quelle persone e a come ti rimangono ancora dentro delle sensazioni di quel tuo essere stato accanto ad altri; potrai pensare a se e come la presenza dell'altro abbia influito e continui ad influire sulla tua vita considerata globalmente, specialmente da un punto di vista del senso. Questi pensieri e queste sensazioni sono spiritualità.





Riassunto del video

Un'esperienza fondamentale della spiritualità è la memoria delle persone incontrate.